Abito mentale

ficoHo trovato questa foto su Repubblica (non so chi sia l’autore, la ripubblico solo perché il tema del post è proprio la foto), e mi sembra meravigliosa. Roberto Fico, Presidente della Camera, che (mi pare) sale al Quirinale a piedi. La foto è davvero un quadro, con dettagli perfetti, il Presidente che fa il thumb up, attorniato dal suo manipolo (clicca l’immagine per ingrandire). Cinque cravatte, tutte uguali (azzurre a puntini bianchi), su cinque camicie pure uguali (benché il Presidente si sia giocato un collo all’inglese), dentro cinque abiti identici, nel taglio e nel colore. Ricordo migliaia di questi abiti e cravatte popolare da sempre i programmi politici della tv italiana, sempre tutti uguali, sinistra, destra, e adesso i 5*. Una corazza sciamanica? Il simbolo di chi conta? L’abito di chi non si sa vestire? Non saprei. Però quelle giacche mal indossate gridano vendetta: qualsiasi mio studente sa essere più elegante.

Ho letto sui social media le polemiche sul fatto che l’auto blu sarebbe costata meno, che la scorta costa, ecc. Mi sembrano fuorvianti: il punto è un altro, purtroppo non nuovo. E riguarda gli altri personaggi in blu, pure in uniforme ma col cappello, che circondano le cravatte. Mi sono sempre chiesto quale fosse la dinamica esatta. Proteggono i cittadini, evitando che le cravatte si disperdano tra la popolazione inquinando l’ecosistema? O viceversa, proteggono le cravatte dai pesci in faccia che gli tirerebbe la gente (cioè i loro elettori, come fu per Craxi e le monetine)? Questo spiegherebbe come mai a Roma i politici mettono la sirena: fermarsi al semaforo può essere pericoloso. O magari invece la scorta dell’amore (cioè quando si tengono per mano) è un accessorio del politico moderno, un modo spigliato e meno formale di dire “Io so’ io, e voi nun sete un cazzo”? Di tutti i motivi, il terrorismo di qualsiasi matrice mi pare francamente il meno probabile. Tant’è che in paesi anche più a rischio (come il Belgio o l’Inghilterra) magari c’è una scorta, ma è invisibile e effettivamente anti-terrorismo, non un cordone di agenti che sembra la security di Enrique Iglesias.

2 thoughts on “Abito mentale

  1. Purtroppo “io so io e tu non sei un cazzo” sta dilagando in ogni rapporto di forza nella nostra società, e nessuno dice nulla.Siamo diventati merce deteriolabile!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *